Porte delle chiese in bronzo

Porte delle chiese in bronzo

“Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvo… ” le parole di Cristo espresse  nel brano evangelico per sottolineare che la porta santa non è  una soglia da attraversare ma piuttosto un esempio da seguire.

Nel corso dei secoli, gli artisti che hanno scolpito le Porte Giubilari hanno rappresentato proprio questo concetto attraverso le scene stesse della vita di Cristo.


C
hi l’attraversa si impegna a seguire Cristo senza indugio e questo concetto va significato in ogni parte della porta stessa.

porta santa san pietro

Porta Santa San Pietro

L’esempio di Cristo è magistralmente espresso nelle Porta Santa dellaBasilica di San Pietro, scolpita da Vico Consorti, sulla quale sono rappresentate proprio le scene più importanti della Vita del Cristo stesso.
Altri esempi importanti in tal senso sono Porta Santa della Basilica di San Paolo fuori le mura Santa Maria Maggiore.
Altre Porte Sante sono quelle di Santiago de CompostelaSanta Maria di Collemaggio a L’aquila la Cattedrale di Atri e la Basilica-Cattedrale di Notre Dame de Quebec in Messico.
Papa Francesco in occasione dell’ attuale Giubileo della Misericordia ha aperto altre Porte sante tra cui quella del carcere di Regina Coeli a Roma. Ancor di più il Papa ha voluto sottolineare l’importanza del “seguire l’esempio della porta che si attraversa”.

 

Precursori assoluti in tal senso, l’artista Mimmo Paladino e la Fonderia artistica Di Giacomo hanno interpretato magistralmente il significato della Porta in bronzo della nuova chiesa di San Giovanni Rotondo, dedicata a San Pio da Pietrelcina.

porta in bronzo San Giovanni Rotondo

porta in bronzo San Giovanni Rotondo

Davvero unica l’interpretazione artistica del Maestro Paladino che ha inteso in maniera perfetta il concetto di “Porta” descritto nel Vangelo. Chi entra nella chiesa di San Giovanni Rotondo, attraversandone la splendida soglia, è chiamato ad una svolta di conversione è non può non notare tutto ciò.
Entrando infatti si tocca la mano forata in bronzo del Cristo, magistralmente cesellata dall’Antica Fonderia Giuseppe Di Giacomo, ed è quindi possibile ripetere la “stessa esperienza” che fece l’apostolo San Tommaso che, da incredulo, divenne credente.
L’interno del Portale minore, invece, ritrae il sommo esempio di Cristo raffigurandolo flagellato.

 

 

 

Ogni lineamento bronzeo del portale, scolpito dalla Fonderia Artistica di Giacomo, riproduce fedelmente la cura con cui il maestro Paladino ha espresso l’idea di Cristo come reale porta del Regno di Dio. Questo concetto diventa così reale da poter essere toccato nei lineamenti stessi della porta, un vero e proprio esempio di passione artigiana.

Scolpendo le

 

 

Porte delle chiese in bronzo

 

si può contribuire alla comprensione del Mistero rivelato di Cristo rendendone “reali” i lineamenti.

 

porta in bronzo cattedrale Palermo

porta in bronzo cattedrale Palermo

Un altro contributo importantissimo in tal senso la Fonderia artistica Di Giacomo lo ha dato eseguendo magistralmente l’opera dello scultore Filippo Sgarlata ovvero la Porta Santa della Cattedrale di Palermo.

 

Con una dovizia di particolari straordinaria, l’autore ha rappresentato l’intero racconto biblico del progetto di salvezza divino, partendo dalla creazione raccontando la  caduta dei progenitori per poi giungere attraverso l’annunciazione al racconto di due grandi misteri della Fede Cristiana, ovvero l’incarnazione del verbo (Annunciazione) e la Risurrezione di Cristo, regnante in cima al portale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

particolare-di-palermoLa  precisione delle cesellature effettuate dalla Fonderia Artistica Di Giacomo per realizzare l’opera di Sgarlata lasciano letteralmente “senza parole”. I tratti scolpiti ritraggono figure antiche riprodotte con la precisione che può offrire solo chi ha oltre cento anni di storia alle spalle nell’arte della fusione del bronzo. Il perfetto gioco delle patine si incastona perfettamente nella figura complessiva della cattedrale di Palermo.

Il rigore, le profonde radici culturali e l’amore per l’arte, hanno da sempre contraddistinto l’Antica Fonderia Artistica G. Di Giacomo che da oltre un secolo vanta opere di immenso valore artistico e religioso.  Maestra nella cesellatura oltre che nella fusione a cera persa e nella lavorazione del bronzo, rappresenta oggi una delle poche realtà fondiarie artistiche più rinomate nel panorama mondiale.

Solo chi ha oltre un secolo di esperienza nella cesellatura di opere così importanti può realizzare le

 

Porte delle chiese in bronzo

 

trasmettendo esattamente Chi realmente esse rappresentano, ovvero Cristo stesso.

 

We comunicate
We Communicate

 

 

No Comments

Post a Comment

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.